giovedì 26 novembre 2020
  • 0
di Vincenzo Sansonetti
il Timone N. 200 di Novembre 2020
I social una rete che prende noi

Google, Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, Tik tok, Linkedin… Nomi sconosciuti fino a un quarto di secolo fa, oggi popolano l’immaginario collettivo di miliardi di persone. Rientrano nella definizione generale di social network, una rete sociale di siti internet e tecnologie che, secondo la definizione della Treccani, «consentono agli utenti di condividere contenuti testuali, immagini, video e audio e di interagire tra loro» e dove «gli utenti non sono solo fruitori, ma anche creatori di contenuti». Accade così che la cosiddetta social generation, affollata di giovanissimi, rischi di diventare quella della sessualizzazione precoce ripresa dai cellulari e condivisa appunto sui social. Di più, la «rete» cattura la nostra attenzione e usa i nostri profili per venderci prodotti e soprattutto convinzioni, al punto di privarci progressivamente e in modo inconsapevole della libertà. The Social Dilemma, documentario con elementi di finzione (docudrama) disponibile sulla piattaforma Netflix da un paio di mesi con l’obiettivo di rivelare il ruolo dei social, ha aperto il dibattito sulla loro natura e l’uso che se ne fa. Ne abbiamo parlato con Alberto Contri (foto), tra i massimi esperti di comunicazione. Dopo essere stato ai vertici di importanti multinazionali, presidente di Pubblicità Progresso e consigliere Rai, attualmente si dedica alla consulenza e all’insegnamento.

Fino a che punto i social network, che hanno invaso la nostra vita, sono una risorsa, un aiuto a vivere, o non piuttosto uno strumento di distrazione, se non di distruzione di massa?

«Per rispondere faccio un esempio. Il lockdown, in cui tutti siamo stati costretti a immergerci nei mesi scorsi, ha sicuramente dimostrato l’utilità delle piattaforme di comunicazione come Zoom o Microsoft Teams. Ma tutti i docenti, me compreso, avvertono la mancanza… (per leggere l’intervista acquista il Timone o abbonati)

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: