venerdì 19 aprile 2019
  • 0

News

La profezia del beato Charles de Foucauld quasi 100 anni fa: «Cosa l’islam ci dominerà »

29-07-2016

Forse nessun europeo è stato così vicino ai musulmani d'Africa come il beato Charles de Foucauld (1858-1916), che a loro ha dedicato la vita fino al martirio. A distanza di quasi cent'anni, una sua lettera a Renè Bazin, scritta due mesi prima della morte, suona come una vera profezia che fa riflettere. Eccola

Gian Micalessin, esperto di mondo musulmano: «La “conquista di Roma” è cominciata»

29-07-2016

Non necessariamente in senso letterale. Ciò che vuole fare lo Stato iIslamico è combattere i nostri valori, instillare la paura in qualsiasi fedele che desidera frequentare i luoghi sacri, desertificare i nostri simboli. Svuotare le chiese è il primo passo per farci abiurare la nostra identità e i nostri valori, così da arrivare poi alla conquista dell'Europa che avverrà con la spada o semplicemente grazie al numero dei musulmani che diventeranno la maggioranza.

Terrore islamico: crisi dell’integrazione, ma soprattutto crisi della politica

29-07-2016

Il sequestro e l'uccisione di un sacerdote vicino a Rouen (Francia) e i vari attacchi a Würzburg, Monaco, Ansbach (Germania) sono stati compiuti da gente molto giovane e indottrinata con facilità. La Germania era un modello per l'integrazione dei rifugiati. Ma l'islamismo radicale non si lascia assimilare. Esso è sostenuto da Arabia saudita e Qatar. Non c'è altra strada all'integrazione. Ma occorre dire la verità: nel Corano ci sono elementi di guerra e violenza. Ignoranza e perdita di senso morale dei politici occidentali.

Le ostie preparate dei carcerati di Opera nutrono persino le Messe della lontana Australia

29-07-2016

Ciro, Giuseppe, Cristiano e Vincenzo ne producono ogni giorno circa 7-8 mila ostie.

E’ guerra? Alla Gmg c’è chi risponde con un rosario internazionale contro il terrorismo

28-07-2016

«Rosario internazionale contro il terrorismo dei giovani della Gmg domenica 31 luglio alle 5.00 al Campus Misericordiae. Di fronte alla scia di morte e terrore che ha colpito il cuore dell'Europa nelle ultime settimane, i giovani della Giornata Mondiale della Gioventù sguainano l'arma della vittoria: il rosario. Dalla terra di San Giovanni Paolo II si alza la risposta al male di quelle 'sentinelle del mattino' che all'inizio del terzo millennio da Torvergata il Papa polacco aveva esortato a rispondere «Sì» alla chiamata di Cristo. Alla paura, all'odio, al fanatismo senza senso e al male compiuto in nome dell'Islam i ragazzi rispondono con le parole di Pier Giorgio frassati «Noi non dobbiamo mai vivacchiare... dobbiamo ricordarci che siamo gli unici che possediamo la Verità, abbiamo una fede da sostenere, una speranza da raggiungere». Animati da questa speranza, saldi nella fede in Cristo, lieti nell'amicizia della Gmg i giovani di 'ª#‎krakow2016'¬ si danno appuntamento al Campus Misericordiae sabato 30 luglio alle 5.00 per recitare il Rosario. Solo attraverso Maria infatti questa Europa ferita nel cuore e dimentica delle sue radici potrà rimettere al centro Cristo. Il Rosario verrà recitato in Polacco, Francese, Spagnolo, Italiano e Tedesco. Si cercano 10 volontari per ogni lingua».

I trucchi e le violenze della Cina neopostcomunista per fermare i pellegrini cinesi alla Gmg di Cracovia

28-07-2016

Il governo ha bloccato ieri un gruppo di 50 giovani, già imbarcati su un aereo diretto a Cracovia. Interrogati per ore all'immigrazione, sono stati «ammoniti» e rimandati a casa con l'ordine di non contattare nessuno all'estero. Nel frattempo, per i luoghi centrali della Giornata mondiale della Gioventù si aggirano «giovani cattolici cinesi», in gruppi di cinque o sei persone, che hanno il compito di spiare i compatrioti. Lavorano per Istituti culturali o aziende cinesi in Polonia.

Sacerdoti cattolici uccisi in un mondo sempre più cristianofobo: ecco l’escalation del martirio

28-07-2016

Eroici nel prestare servizio pastorale anche in zone di conflitto o di diffusa violenza sociale, politica e religiosa, spesso i sacerdoti pagano con la vita la fedeltà al Vangelo

Come un agnello condotto al macello. Le immagini della Messa di Natale di don Jacques Hamel

27-07-2016

In queste immagini d'archivio dell'Istituto nazionale dell'audiovisivo francese (Ina), si vede padre Jacques Hamel durante la Messa di Natale del 2009. L'Ina ha ripubblicato sul suo canale YouTube questo breve estratto per ricordare il parroco ucciso ieri nella chiesa Sainte-Thèrèse di Saint-Étienne-du-Rouvray. Come un angello condotto al macello.

Il romanzo vero di Mary MacKillop, la suora australiana prima scomunicata e poi santa

27-07-2016

Con il romanzo L'australiana (Ed. Paoline, 2016), la scrittrice Antonella Berni ci racconta una storia che è, allo stesso tempo, unica e piena di elementi ricorrenti nelle storie dei santi

Don Jacques Hamel (1930-2016), martire del terrorismo islamista, prega per noi

27-07-2016

Jacques Hamel, 86 anni, parroco cattolico di Saint-Étienne-du-Rouvray, in Francia, 58 anni di sacerdozio, sgozzato come un animale in odio alla fede dai terroristi islamisti mentre celebrava l'Eucarestia. Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE w:

Gmg di Czestochowa, Wojtyla: non cedere alla tolleranza del male, anche se cosa fan tutti

26-07-2016

Che cosa vuol dire: 'veglio?'. Vuol dire: mi sforzo di essere un uomo di coscienza. Non soffoco questa coscienza e non la deformo; chiamo per nome il bene e il male, non li confondo; in me faccio crescere il bene e cerco di correggermi dal male, superandolo in me stesso. Questo è il problema fondamentale, che non si potrà mai sminuire, nè spostare su un piano secondario. No! Esso è dappertutto e sempre un problema di primo piano. E tanto più importante quanto più numerose sono le circostanze, che sembrano favorire la nostra tolleranza del male e il fatto che facilmente ci assolviamo da esso, specie se così fanno gli altri

Paolo VI: l’ortodossia è la prima preoccupazione della Chiesa, su verità  rivelate deve essere intransigente

26-07-2016

[...] Noi possiamo allora comprendere perchè la Chiesa cattolica, ieri ed oggi, dia tanta importanza alla rigorosa conservazione della Rivelazione autentica, e la consideri come tesoro inviolabile, e abbia una coscienza così severa del suo fondamentale dovere di difendere e di trasmettere in termini inequivocabili la dottrina della fede; l'ortodossia è la sua prima preoccupazione; il magistero pastorale la sua funzione primaria e provvidenziale; l'insegnamento apostolico fissa infatti i canoni della sua predicazione; e la consegna dell'Apostolo Paolo: Depositum custodi (1 Tim. 6, 20; 2 Tim. 1, 14) costituisce per essa un tale impegno, che sarebbe tradimento violare. La Chiesa maestra non inventa la sua dottrina; ella è teste, è custode, è interprete, è tramite; e, per quanto riguarda le verità proprie del messaggio cristiano, essa si può dire conservatrice, intransigente; ed a chi la sollecita di rendere più facile, più relativa ai gusti della mutevole mentalità dei tempi la sua fede, risponde con gli Apostoli: Non possumus, non possiamo (Act. 4, 20) [...].

La Cirinnà  dominatrice: contro chi si oppone all’omosessualizzazione dei più piccoli multe e galera

26-07-2016

Una denuncia del 'Comitato Difendiamo i nostri figli' contro un DDL presentato al Senato da Lo Giudice e Cirinnà per sanzionare con soldi e galera «ogni pratica finalizzata a modificare l'orientamento sessuale … eliminare o ridurre l'attrazione emotiva, affettiva o sessuale verso individui delle stesso sesso, di sesso diverso o di entrambi i sessi» da parte dei minori.

Nel continente africano le vittime causate dal terrorismo islamista sono aumentate di oltre il 750%

26-07-2016

Una ricerca del Jane's Terrorism and Insurgency Centre citata dalla rivista Nigrizia: da 541 vittime del 2009 a 4600 del 2015. Preoccupa la collaborazione tra il gruppo nigeriano Boko haram e l'Isis

Un cattolico eletto per la prima volta nel parlamento del sempre più infido e violento Bangladesh

25-07-2016

Jewel Areng è il più giovane membro del Parlamento ed è anche l'unico cattolico. Egli ha vinto nel collegio elettorale rimasto vacante dopo la morte del padre. L'anziano genitore era Ministro per il welfare sociale ed era molto stimato anche tra i musulmani. La Chiesa locale augura al nuovo deputato di seguire le orme paterne e fare il bene della popolazione.

Ratzinger: la celebrazione versus populum è un suggerimento, non un obbligo

25-07-2016

Per coloro che abitualmente frequentano la chiesa, i due effetti più evidenti della riforma liturgica del Concilio Vaticano Secondo sembrano essere la scomparsa del latino e l'altare orientato verso il popolo. Chi ha letto i testi al riguardo si renderà conto con stupore che, in realtà, i decreti del Concilio non prevedono nulla di tutto questo. Certo, l'uso della lingua corrente è consentito, soprattutto per la Liturgia della Parola, ma la precedente regola generale del Concilio afferma: «L'uso della lingua latina, salvo diritti particolari, sia conservato nei riti latini» (Sacrosanctum Concilium 36.1). Non vi è nulla nel testo conciliare sull'orientamento dell'altare verso il popolo; quel punto è stato sollevato solo nelle istruzioni postconciliari. La direttiva più importante si ritrova al paragrafo 262 della Institutio Generalis Missalis Romani, l'Introduzione Generale al nuovo Messale Romano pubblicata nel 1969, e afferma: «L'altare maggiore sia costruito staccato dalla parete, per potervi facilmente girare intorno e celebrare rivolti verso il popolo (versus populum)». Le Istruzioni Generali per il Messale, pubblicate nel 2002, mantenevano senza modifiche questa formulazione, tranne per l'aggiunta della clausola subordinata «la qual cosa è desiderabile ovunque sia possibile». In molti ambienti questo venne interpretato come un irrigidimento del testo del 1969, a indicare come fosse un obbligo generale erigere altari di fronte al popolo «ovunque sia possibile». Tale interpretazione venne tuttavia respinta il 25 settembre 2000 dalla Congregazione per il Culto Divino, che dichiarò come la parola «expedit» («è desiderabile») non comportasse un obbligo, ma fosse un semplice suggerimento. La Congregazione afferma che si deve distinguere l'orientamento fisico dall'orientamento spirituale. Anche se un sacerdote celebra versus popolum, deve sempre essere orientato versus Deum per Iesum Christum (verso Dio attraverso Gesù Cristo). Riti, segni, simboli e parole non possono mai esaurire l'intima realtà del mistero della salvezza, ed è per questo motivo che la Congregazione ammonisce contro le posizioni unilaterali e rigide in questo dibattito.

La Croazia annulla il processo farsa al beato cardinale Alojzije Stepinac, martire del comunismo

25-07-2016

Il Tribunale Distrettuale di Zagabria ha cancellato sentenza con cui nel 1946 l'arcivescovo veniva condannato a sedici anni di lavori forzati con l'accusa di avere collaborato con il regime ustascia

«Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà  di me peccatore». Una preghiera di istituzione divina

23-07-2016

La Filocalia rappresentò, quando uscì nel XVIII secolo, un evento importantissimo per la vita cristiana. Dinanzi al trionfare dell'illuminismo, segnò la scelta di tutta una Chiesa per la Rivelazione e la Tradizione autentica contro una visione di fede troppo intellettualistica e filosofica. Dio non è astratto, Egli si rivela e conversa con gli uomini nella nostra carne (Bar 3, 37). Una realissima conoscenza e comunione con Lui è possibile. Come? Attraverso la preghiera, e in special modo quel pregnante tipo di preghiera che è la preghiera di Gesù.

Musica sacra, un vescovo Usa cerca di riportare un po’ di bellezza nel caos delle parrocchie

22-07-2016

John F. Doerfler, vescovo della Diocese di Marquette, negli Usa, nei pressi di Detroit, Michigan, ha realizzato una selezione di musica da utilizzare nel corso della Messa ed ha dato direttive pastorali affinchè le sue istruzioni musicali siano rispettate durante le sante Messe diocesane. Il predecessore di mons. Doerfler, cioè il vescovo Alexander Campione (ora Arcivescovo di Portland), con una lettera pastorale nel 2013 aveva fatto notare che la musica per la Sacra Liturgia deve possedere tre qualità: Santità, bellezza e universalità.Queste qualità non sono «arbitrarie o soggettive», ma invece «oggettivamente fluiscono dalla natura essenziale e dal fine che la musica sacra ha in sè». Mons. Campione scriveva che «la musica sacra trascende le culture» e che «non ogni forma o stile musicale è suscettibile di essere reso adatto per la messa». Il fine della musica sacra all'interno della Messa «è di glorificare Dio e santificare i fedeli, non generare una emozione o fornire una forma di intrattenimento religioso». Ora il vescovo Doerfler, suo successore, passa dalla teoria alla pratica ed ha ordinato che le sue direttive devono essere attuate da tutte le parrocchie e scuole cattoliche della diocesi entro il 31 dicembre 2020.In particolare il vescovo Doerfler chiede che tutte le parrocchie e le scuole imparino a cantare le parti dell'Ordinario della Messa in lingua inglese che si trovano nel Messale Romano, il Kyrie, il Sanctus e l'Agnus Dei dalla Missa lubilate Deo, l'antifona alla Comunione in inglese a un tono molto semplice che tutti possono cantare. Un esperto diocesano vigilerà affinchè sia garantita la qualità musicale e l'integrità dottrinale della Musica Sacra mentre il direttore Diocesano della Musica Sacra organizzerà workshop regionali annuali per i musicisti parrocchiali per assisterli nella realizzazione di queste direttive. Inoltre si impegnerà per aiutare gli insegnanti di musica delle scuole cattoliche ad implementare la musica sacra nel curriculum scolastico e nelle Messe scolastiche.

Islam, il vescovo Mà¡rfi: vogliamo bene ai lupi, creature di Dio, ma non li invitiamo tra le pecore

22-07-2016

Non è un caso che c'è questa enorme pressione di immigrazione sull'Europa, ci può avere un ruolo anche la volontà di conquista da parte dei musulmani, ma lo appoggiano pure i grandi poteri - dice nell'intervista Gyula Màrfi, arcivescovo di Veszprèm, con cui abbiamo parlato sulla necessità di ritrovare la fede cristiana. E' un compito fondamentale considerare di nuovo seriamente la fede cristiana.E' ancora cristiana l'Europa?Recentemente sono stato in Polonia con dei pellegrini. Secondo i segni esterni là vive ancora il cristianesimo. Oltre alle chiese vecchie da ammirare ce ne sono diverse nuove, costruite recentemente, e la cosa più importante sono le comunità numerose di giovani. La fede è viva, ma purtroppo questo in Europa non si vede più, neanche nella nostra patria.Alla luce di questo, cosa vuol dire l'esortazione che bisogna proteggere l'Europa cristiana?Prima di tutto bisogna far capire che siamo sulla strada sbagliata e che il più presto possibile dobbiamo tornare alle nostre radici. Perchè in Europa anche adesso tutto parla di cristianesimo. E' sufficiente considerare la nostra era: Gesù è nato 2016 anni fa. Oppure che mentre per i musulmani venerdì è festa, per gli ebrei sabato è festa, in Europa la domenica viene considerata una festa perchè Gesù si è risuscitato quel giorno. Ma possiamo guardarci attorno nell'architettura, nelle arti, nella letteratura o nella musica e dappertutto ci accorgiamo che i valori più determinanti sono nati dalla fede cristiana. Se buttiamo via tutto ciò, non ci resta niente, la nostra cultura perde il suo senso. Il problema ancor più grave è se rinunciamo ai nostri valori morali; allora la sessualità, l'amore, l'affetto e la vita si distaccano gli uni dagli altri. In quel modo si crea non solo un sottovuoto ideologico ma anche demografico. Quindi vengono gli immigrati.Secondo alcuni questo non è un problema, anzi, è un'opportunità.Non ho mai disonorato i musulmani ma la loro morale è completamente diversa dalla nostra. Quello che per noi è un peccato, per loro è una virtù. Ciò che secondo noi non è una colpa così grave, per loro è un peccato mortale. Per esempio, per loro ingannare un kafir (miscredente, non fedele di allah) è un atto particolarmente buono. Dobbiamo considerare questo, senza giudicarli. Nessuno vuole fargli del male, neanche io li odio, anzi gli voglio bene e li rispetto. Prego per loro tutti i giorni. Non è colpa loro se vogliono occupare l'Europa, ma è colpa nostra.Quindi secondo Lei la migrazione attuale è anche una conquista?La jihad è un principio per i musulmani che vuol dire che devono espandersi. Bisogna rendere dar al-islam, cioè territorio islamico la maggior parte della terra, introducendo la shariE¿ah, cioè la legislazione specifica.Pensa seriamente che anche le persone che fanno centinaia di chilometri con dei figli vorrebbero conquistare il continente?Sono certo che hanno anche una missione del genere, ma naturalmente non vengono solo per questo. Ci sono sempre stati guerre e disastri ambientali, ma il fatto che adesso c'è una pressione così forte sull'Europa, non può essere un caso, può averne ruolo la volontà di conquista. Per questo li appoggiano le banche arabe. Non li fanno entrare in Qatar o negli Emirati Arabi Uniti, ma gli danno dei soldi e li incitano ad immigrare da noi. La migrazione non ha solo delle cause, ma anche degli scopi. Come per esempio la destabilizzazione dell'Europa e dell'Euro, in cui invece possono contare sull'appoggio degli Stati Uniti. Il terzo scopo è la cura della forza di lavoro in certi Stati Membri dell'Unione Europea. Le multinazionali hanno bisogno di forza di lavoro economico, cioè di schiavi moderni.Papa Francesco, il capo della Chiesa Cattolica, in questi giorni ha detto che nell'immigrato cacciato ci può essere Cristo. Non c'è una contraddizione in questo?Gesù disse «siate miti come le colombe», ma disse anche «siate intelligenti come i serpenti». Solo perchè vogliamo bene ai lupi, in quanto creazioni di Dio, non li facciamo entrare tra le pecore, anche se arrivano in veste di pecore. Al Santo Padre non conviene dichiarare certi pensieri in maniera forte perchè allora i musulmani possono vendicarsi sui cristiani del Medio Oriente.

Bimbo palestinese sgozzato in Siria dai ribelli «moderati» finanziati da Turchia e Qatar

22-07-2016

Al grido di «Allahu Akbar» ribelli sostenuti in passato anche dagli Stati Uniti hanno tagliato la testa a un ragazzino che, secondo i suoi aguzzini, combatteva per il governo di Bashar al-Assad

Kathmandu, otto cristiani protestanti a processo per proselitismo: distribuivano copie della Bibbia

22-07-2016

Fonti locali denunciano un giro di vite delle autorità contro la comunità cristiana. E il primo procedimento relativo alla libertà religiosa dall'introduzione della Costituzione laica nel 2015. Gli imputati sono liberi dietro pagamento di cauzione. La prima udienza fissata per il 23 luglio

Giovanilismo, malattia senile degli ordini religiosi. Il balletto della Divina Misericordia

21-07-2016

Lo spot per la Gmg di Cracovia delle suore della Beata Vergine Maria della Misericordia di Mysliborz, in Polonia. Balletto attorno alla santa immagine della Divina Misericordia.

Gà¤nswein: principi magisteriali non possono essere modificati da mezze frasi o note a piè di pagina

21-07-2016

Georg Gänswein, segretario di papa Benedetto XVI, e Prefetto della Casa pontificia, nei giorni scorsi ha rilasciato una lunga intervista allo Schwäbische Zeitung, in cui con molto candore ha parlato di sè, del Pontefice regnante e della Chiesa tedesca. Chi è interessato può trovare qui l'originale.Il fatto di essere stato segretario di Benedetto XVI, e il suo lavoro precedente alla Congregazione per la Dottrina della Fede rappresentano «un marchio di Caino» agli occhi di molti nella Chiesa in Germania. Il che rende improbabile che possa tornare in Germania come vescovo. Nelle diocesi tedeschi, il Capitolo della cattedrale gioca un ruolo importante nella selezione dei candidati, e in generale, ha detto Gänswein, i membri non sono noti per «avere la più grande lealtà verso Roma». E non ha comunque «ambizione di diventare un vescovo diocesano». E comunque, ha detto, la Chiesa tedesca ha un grande problema, e sono i soldi. La legge tedesca dà alla Chiesa una percentuale sulle tasse pagate. Ciò fa della Chiesa tedesca un ente molto ricco, e il secondo datore di lavoro dopo lo Stato. Ma se decidi di non registrarti più come cattolico, sei fuori. «Sì, questo è un problema serio. La Chiesa reagisce con l'espulsione automatica dalla comunità, in altre parole la scomunica! Questo è eccessivo, incomprensibile. Se metti in questione un dogma, non importa a nessuno, non ti cacciano. Il non pagamento della tassa alla Chiesa è un'offesa maggiore alla fede della violazione dei principi di Fede?». E ha continuato: «Le casse piene e chiese vuote, questa forbice è terribile, e non può andare molto più a lungo bene. Se i registratori di cassa si riempiono ed i banchi si svuotano, ci dovrà essere un giorno un'implosione. Una chiesa vuota non può essere presa sul serio».E «l'effetto Francesco» che qualche vescovo tedesco aveva predetto dopo l'elezione in Germania «non sembra essersi realizzato».Sulle controversie che hanno fatto seguito all'esortazione apostolica «Amoris Laetitia», in particolare per quanto riguarda la possibilità per i divorziati-risposati di essere ammessi ai sacramenti, Gãnswein ha detto: «Se un papa vuole cambiare un aspetto della dottrina, deve farlo con chiarezza, per renderlo vincolante. Principi magisteriali importanti non possono essere modificati da mezze frasi o note a piè di pagina in qualche modo ambigue. Le dichiarazioni che possono essere interpretate in maniere diverse sono una cosa rischiosa».Sul rapporto dei fedeli, in particolare di quelli più conservatori, con il Pontefice attuale ha detto: «La certezza che il Papa, come una roccia di fronte alle onde, era l'ultima ancora, si sta, in effetti, dissolvendo. Se questa percezione corrisponda alla realtà e rifletta correttamente l'immagine del papa Francesco, o si tratta di un'immagine mediatica, non posso giudicarlo. Però le insicurezze e a volte anche la confusione e il disordine sono aumentati… c'è un cortocircuito fra la realtà mediatica e la realtà dei fatti».Mons. Gänswein ha risposto a una domanda sul modo di comunicare del Pontefice, e ha ammesso che «nel discorrere, a volte a paragone dei suoi predecessori sia un po' impreciso, addirittura scorretto, semplicemente bisogna accettarlo. Ogni papa ha il suo stile personale. E la sua maniera parlare così, anche con il rischio di dar luogo a malintesi, e a volte anche a interpretazioni stravaganti. Ma continuerà a parlare senza peli sulla lingua».

Finito il Ramadan, il boia saudita torna a colpire: quasi 100 condanne a morte nel 2016

21-07-2016

Le autorità hanno giustiziato due persone, portando a quota 98 il totale per quest'anno. Eseguita la sentenza a carico di un saudita condannato per omicidio e di un immigrato pakistano per traffico di droga. Attivisti internazionali: nel 2016 più esecuzioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

La Chiesa Cattolica tedesca è totalmente al tracollo. Cifre ufficiali confermano il declino

21-07-2016

Qualche giorno fa la Conferenza Episcopale tedesca ha fornito cifre che testimoniano di costante e preoccupante declino del cattolicesimo nella patria di Benedetto XVI. Nel 2015 l'hanno abbandonata 181.925 persone. Una strana storia sul discorso del Pontefice ai vescovi.

I cattolici di fronte a un mondo che muore: «non puntellino l’impero» (mons. Luigi Negri)

20-07-2016

Se ciascuno farà la sua parte e se i cattolici sapranno mantenere l'unità superando le contrapposizioni, se la minoranza cattolica eviterà di farsi dividere da assurde contrapposizioni, evitando di lusingare i poteri forti nei diversi settori della società e dello Stato, allora un mondo nuovo potrà nascere anche oggi come nacque un tempo

Turchia, la chiamata delle moschee a favore del governo decisiva per far fallire il golpe

20-07-2016

Quando in Turchia si è diffusa la notizia del tentativo di Golpe, la Direzione nazionale degli affari religiosi ha disposto che gli imam dalle moschee lanciassero subito ad alta voce la «salah», la preghiera rituale islamica, per esprimere il sostegno al governo e alle autorità dello Stato.

In Indonesia gli estremisti islamici bloccano la costruzione di un santuario dedicato alla Madonna

19-07-2016

Minacce e intimidazioni contro il leader cattolico Cahyo Binuko, promotore del progetto. Nei mesi scorsi le autorità hanno rilasciato il permesso di costruzione. Fondamentalisti locali vogliono bloccare l'opera accusando i cattolici di «manipolare le menti» degli abitanti dell'area. Pressioni sulle autorità per ottenere la revoca dell'Imb.

USA, cattolici pronti a votare Hillary. O forse no. Qualcuno pensa infatti che il male minore…

19-07-2016

Nè l'ex First Lady nè Donald J. Trump hanno le carte in regola per presentarsi all'elettorato cattolico. Ma tra i due c'è una grande differenza

Pakistan, una ragazza musulmana si converte e i cristiani temono per le proprie vite

18-07-2016

La giovane si è convertita domenica scorsa per poi sposare il pastore protestante Nadeem Joseph, del quartiere Father Colony del vicino centro di Sarae-e-Alamghir. Ma siccome a battezzarla è stato il pastore Qandeel di West Colony, anche qui da diversi giorni si temono attacchi

Problema Bangladesh: decine d’insegnanti inneggiavano al terrorismo islamista. Fermati

18-07-2016

La polizia ha accertato il coinvolgimento del professor Hasnat Karim con gli attentatori di Dhaka. Gli inquirenti hanno sequestrato diversi libri che inneggiavano al jihad nella biblioteca dell'università dove egli ha insegnato nel 2012. Le idee estremiste venivano diffuse nelle accademie più prestigiose della capitale.

Quattro nuove armi per combattere la buona battaglia della fede

16-07-2016

La collana de 'I Quaderni del Timone' si arrichisce di nuovi titoli importanti su temi decisivi. Una guida per comprendere i grandi pericoli insiti nel buddhismo e la sua inconcilibilità con il cattolicesimo. Un quadro storico per conoscere il martirio della Chiesa a opera dei partigiani comunisti durante la guerra civile italiana. Un 'piccolo catechismo' per rispondere alla falsa 'riforma' eretica di Martin Lutero. E un manualetto per non lasciarsi irretire dalla pseudo-scienza che ci spaccia l'infondatezza dell'evoluzionismo per un fatto acclarato.

Due buone notizie. Chiudono i battenti un centro abortista in Florida e un ufficio in Indiana

15-07-2016

Tutto merito di '40 Days for Life', che da più di dieci anni s'impegna a pregare su marciapiedi di fronte alle cliniche che praticano aborti

A Lahore (Pakistan) fanno la nuova linea arancione del metrà. Passando perà sulle chiese

15-07-2016

Il percorso della linea Arancione tocca 27 siti di interesse culturale. Tra questi, 11 sono protetti da una legge statale e altri sei da una normativa della provincia. Anche quattro chiese risalenti alle metà del 1800, compresa la cattedrale della Resurrezione. Attivista: «Non permetteremo che venga distrutta la tradizione millenaria della città».

Ostie rubate dal tabernacolo e sparse a terra. Accade al santuario di Montallegro (Rapallo)

15-07-2016

Un atto sacrilego senza precedenti ha gettato nello sgomento la città ligure.

Il poliziotto bianco morto a Dallas per salvare quattro bimbi neri. Nessuno lo celebra, facciamolo noi

14-07-2016

Nel giorno dei funerali degli agenti uccisi, Shetamia Taylor, manifestante di colore, racconta che uno di loro è morto proteggendo lei e i suoi figli, che si trovavano in mezzo al fuoco. Ovviamente, nessuno oggi lo celebra. Lo facciamo noi

«Perchè leggere Tolkien? Perchè affronta due temi tabù: la morte e il rapporto tra l’umanità  e Dio»

14-07-2016

Leggere per credere 'Schegge di luce' (Marietti) della specialista Verlyn Flieger

Nele sale del Kerala arriva il primo documentario sui martiri cristiani dell’Orissa barbaramente trucidati

14-07-2016

Il documentario si intitola «Voce dalle rovine - Kandhamal in cerca di giustizia», e sarà proiettato dal 17 al 19 luglio. Il regista ripercorre le origini della violenza contro i cristiani dell'Orissa, in maggioranza poveri tribali e dalit. I radicali indù si sono resi protagonisti di varie ondate di persecuzione a partire dagli anni '60. La lotta dei sopravvissuti per avere giustizia; i numeri delle violenze.

Celebrazione della Messa, nessun cambiamento degli altari come auspicato dal Prefetto Sarah

14-07-2016

Il cardinale Sarah durante una conferenza a Londra aveva invitato i preti a tornare a celebrare verso Oriente, dando le spalle al popolo. Dopo un chiarimento con il Papa, la nota di Lombardi

La bellezza della vocazione contro-rivoluzionaria del cattolico in un mondo scristianizzato

13-07-2016

Papa Francesco ha trattato della splendida vocazione del cristiano nell'Angelus di domenica 3 luglio, ricordandoci che dobbiamo «portare a tutti un messaggio di speranza e di consolazione, di pace e di carità». Poi ha ricordato una verità importante, che distingue il cristiano da colui che vuole distruggere, dal rivoluzionario che per secoli ha operato per fare scomparire la Cristianità storica edificata dalla Prima evangelizzazione. Bisogna «costruire giorno per giorno questo Regno di Dio che si va facendo. Non distruggere, costruire!», ha ripetuto il Santo Padre.

Villaggio di Kajura, Bangladesh: una donna cattolica cosparsa di benzina e data alle fiamme

13-07-2016

Maya Karmokar vive con la madre anziana nel villaggio di Kajura. I parenti riferiscono che la donna non ha nemici. Dopo l'aggressione è stata ricoverata d'urgenza in ospedale, ma poi è tornata a casa perchè non ha i soldi per pagare le cure. I cattolici locali sono circa 4mila, in maggioranza poveri e bisognosi.

Card. Caffarra: «Povera Europa, si fonda sul denaro e parla di tolleranza, ma rifiuta Cristo’¦»

13-07-2016

L'Arcivescovo emerito di Bologna ha ricordato in un'omelia l'eredità del card. Biffi e la sua attenzione per le sorti dell'Europa, il cui patrono San Benedetto si commemorava proprio ieri

Il sindaco: «Non celebrerà mai unione tra gay». E Facebook gli chiude la pagina

13-07-2016

Il primo cittadino leghista di Rovigo: «E se qualcuno viene qua con un cavallo e vuole sposare quello?»

Il prefetto card. Sarah dà  un’indicazione precisa e il primate inglese dice ai suoi preti di girarsi altrove

12-07-2016

l cardinale Vincent Nichols, ha scritto ai sacerdoti di Westminster scoraggiandoli dal celebrare la messa rivolti a Est, come ha suggerito di recente il cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il Culto Divino.

L’islam politico, il fallimento nell’educare i giovani, le ambiguità  verso l’occidente

12-07-2016

Nelle scuole coraniche in occidente si insegna l'islam politico basato sul jihad e sull'odio verso i nemici. Gli imam e i saggi bloccano ogni riforma e ogni domanda da parte degli allievi. I gruppi islamisti vogliono distruggere i regimi musulmani e l'occidente imperialista. E' ancora possibile un islam che dialoga e non fa proselitismo. All'Europa di controllare i gruppi del jihad. Tutto questo salverà l'islam come esperienza religiosa, e anche la pace nel mondo. Una riflessione dell'imam Drouiche, Vice-presidente della Conferenza degli imam di Francia-Parigi.

Norcia, monaci da combattimento guidati da un «marine» di Dio nel cuore dell’Europa «persa»

11-07-2016

Un monastero pieni di americani reinsegna la fede agli europei smarriti

Crisi delle vocazioni? In frazione san Trovaso in 20 anni se n’è avuta una ogni 360 battezzati

11-07-2016

Frazione del Comune di Preganziol (Treviso), in meno di vent'anni (1998-2014) ha dato alla Chiesa 5 nuovi sacerdoti e oggi 12 seminaristi, uno ogni 360 battezzati

«Amoris laetitia», consigli minimi per non perdere la strada del card. Ennio Antonelli

11-07-2016

Il poorporato chiede però anche «ulteriori indicazioni da parte della competente autorità». Per ovviare a «rischi e abusi sia tra i pastori che tra i fedeli»

In arrivo 15 nuovi santi e beati, tra cui altri martiri dell’odio anticattolico nella Spagna degli anni ’30

11-07-2016

Sono Luigi Antonio Rosa Ormieres, Antonio Arribas Hortiguela e sei compagni, Giuseppe Mayr-Nusser, Alfonso Gallegos, Raffaele Sanchez Garcia, Andrea Filomeno García Acosta, Giuseppe Marchetti, Giacomo Viale, Maria Pia della Croce.

L’incidente dell’Icmesa 40 anni fa, come l’Italia fu costretta ad abortire

09-07-2016

Il 10 luglio 1976 un incidente nell'azienda chimica Icmesa di Meda (in provincia di Milano) causò la fuoriuscita e la dispersione di una nube di diossina, sostanza fra le più tossiche. Il veleno investì una vasta area di terreni dei comuni limitrofi della bassa Brianza, in specie Seveso. Ma i rischi concreti per la salute furono bellamente ingigantinti. Giornali e tivù generarono un clima di psicosi del tutto irrazionale. Non ci fu infatti alcuna vitima. Il caso fu invece gonfiato per un solo scopo: accelerare la legalizzazione dell'aborto nel nostro Paese. E sin dal principio fu aborto eugenetico, non terapeutico. Ricordiamo l'anniversario della tragedia con uno scritto di Mario Palmaro.

Leggi speciali in Russia. Con la scusa di fermare il terrorismo, Vkadimir Putin limita la libertà  religiosa

08-07-2016

Le misure appena approvate sono già state definite 'Grande Fratello' perchè mettono internet e le comunicazioni telefoniche sotto il controllo dei servizi segreti, che ora possono pretendere le chiavi per decodificare i programmi di messaggistica criptati. Forti limitazioni alla libertà religiosa. Insorgono i difensori per i diritti umani e il business.

Prima di rendere legale la marijuana in tabaccheria, guardate cosa accade in Uruguay

08-07-2016

La proposta del superprocuratore antimafia italiano di venderla in tabaccheria non convince. L'esempio del paese sudamericano, il primo a legalizzare il consumo di cannabis

Il ministero dell’Istruzione getta la maschera: la scuola obbligata all’ideologia di gender

08-07-2016

La versione completa dell'ultima bozza delle linee guida sull'applicazione del comma 16 della legge sulla 'Buona scuola', conferma quanto avevamo già anticipato: con la scusa della lotta al bullismo il governo vuole rendere obbligatoria e interdisciplinare l'ideologia gender

Dossier Gesù: tutte le testimonianze extrabibliche che confermano la storicità  del Figlio di DIo

07-07-2016

Le fonti extrabibliche non aggiungono nulla di nuovo rispetto a quanto già sappiamo dai Vangeli, piuttosto possono essere utili per confermare tali scritti che, tuttavia, sono sufficienti a sostenere la storicità dei dati che affermano.

Giovane algerino accusa: «Noi musulmani ipocriti. L’ISIS ci rappresenta benissimo»

07-07-2016

La sharia «inventata» dagli ulema e insegnata nelle scuole coraniche è la stessa che viene praticata dai militanti dello Stato islamico. La «giurisprudenza religiosa, sorta più di 10 secoli fa» ha «incatenato e arrugginito il nostro cervello e quello dei nostri figli». E urgente svecchiare la religione musulmana dalle ambiguità legate al passato. La coraggiosa denuncia di un giovane studente musulmano algerino.

Solita pagliacciata animalista in Spagna: nudi per i tori, mai in divisa per i bimbi abortiti

06-07-2016

Corpi nudi, corna in testa e sangue finto: alla vigilia dell'inizio della festa di San Firmino, a Pamplona, in Spagna, decine di attivisti hanno manifestato contro la mattanza dei tori che ogni anno accompagna questa celebrazione. «Pamplona un bagno di sangue per i tori», recitano i cartelli in tutte le lingue che gli animalisti hanno portato in piazza durante il flah mob (Reuters)

Il matematico Marco Codegone: Piergiorgio Odifreddi? «In campo teologico incompetente»

06-07-2016

Lo scrive recensendo il libro di Francesco Malaspina, docente di Geometria algebrica presso il dipartimento di Scienze Matematiche del Politecnico di Torino, 'Dio e l'ipercubo. Itinerario matematico del cristianesimo' (Effatà, Cantalupa [Torino] Editrice 2016)

La strage islamista di Dacca e la lezione pontificia di Ratisbona capita sinora solo a metà 

06-07-2016

Gli autori del massacro, «giovani fuori controllo», dopo anni di agi e benessere si sono convertiti all'islam radicale. L'islam moderato deve condannare l'islam fondamentalista. Musulmani puntano il dito contro gli imam senza cultura che seminano odio e disprezzo. Ricomprendere il discorso di Benedetto XVI per un esame di coscienza dell'occidente, che ha emarginato la religione come «irrazionale». Islam fondamentalista e occidente senza Dio si richiamano a vicenda.

La bella storia di Pier Giorgio Frassati: come diventare santi in solo 24 anni di vita ben spesa

06-07-2016

Il 4 luglio del 1925 morì. In ventiquattro anni di vita ha vissuto più di un uomo di ottanta, dimostrando che si può essere cattolici senza essere «bigotti»

Patriarca Sako: Dietro la strage di Baghdad c’è il desiderio dell’Isis di dominare il mondo

05-07-2016

Questa mattina il patriarca caldeo ha visitato il quartiere di Karrada, teatro dell'attentato jihadista. Le vittime sono almeno 165, oltre 225 i feriti. Secondo alcune fonti i morti oltre 200. Contro la violenza estremista servono «unità» a livello di governo e una presa di coscienza del mondo musulmano, perchè lo SI è un «cancro per l'islam stesso». La preghiera di papa Francesco.

Medjugorje, Amministratore papale in vista? Forse il Papa lo nominerà . Buona notizia

05-07-2016

Total Croatia News afferma che il Pontefice nei prossimi mesi potrebbe nominare un Amministratore apostolico speciale della Santa Sede per MeA‘jugorje

«Voglio essere mamma, ma non sono sposata; posso ricorrere all’inseminazione artificiale?»

05-07-2016

Un quesito cui rispondere è in teoria semplice ma non più nel mondo di oggi: 'Ho un desiderio fortissimo di essere mamma, ma non sono sposata; le chiedo se posso ricorrere all'inseminazione artificiale?

Madhumati Thakur uccisa per essersi ribellata al traffico di ovuli e alla vendita di suo figlio

05-07-2016

Dall'India una nuova tragedia tutta dovuta alla piaga immorale dell'utero in affitto

Unioni civili, due organizzazoni cattoliche offrono sostegno giuridico ai sindaci obiettori

04-07-2016

Due organizzazioni di impronta cattolica, la Onlus ProVita e l'associazione dei Giuristi per la Vita, hanno deciso di offrire un 'pieno sostegno anche a livello giuridico' ai sindaci che intendano fare obiezione di coscienza verso la legge sulle Unioni civili.

C’è un prof a Bologna: «Prendere posizione nella vita; io sto con Cristo contro il nichilismo»

04-07-2016

Csrlo Ravaglia, docente di matematica nell'Univeristà di Bologna

Scaricate qui gratis lo studio che sbugiarda tutte le bugie correnti sull’«omogenitorialità »

04-07-2016

Un'expertise rivela che la letteratura scientifica sulla 'stepchild adoption' non è valida

Forse che Joseph Merrick, ‘l’uomo elefante’ vittoriano, non meriti una sepoltura cristiana?

04-07-2016

La discendente di uno dei suoi manager si batte per dare ai resti della «celebrità» vittoriana una sepoltura adeguata. Era cristiano, se lo aspettava

La Comunione è il centro di tutto. Quando ci si comunicava poco la Chiesa è intervenuta

01-07-2016

In un lungo periodo della storia fu pratica poco diffusa da parte dei fedeli il ricevere la Comunione. La Chiesa intervenne per sottolineare l'importanza del comunicarsi

Mons. Ma Daqin, il Vaticano e la ‘logica da banditi’ dell’Associazione Patriottica cinese

01-07-2016

Un sacerdote della Cina centrale ripensa al «voltafaccia» del vescovo di Shanghai e lo paragona a Giovanni il Battista, confinato in prigione dopo le accuse a Erode. La «logica da banditi» dell'Associazione patriottica e del governo tende a eliminare la religione dal Paese. Il Vaticano rischia di contraddirsi venendo a compromessi con l'Associazione patriottica, che papa Benedetto XVI ha definito «incompatibile» con la dottrina cattolica nella Lettera ai cattolici cinesi che papa Francesco non ha smentito, anzi l'ha ribadita.

Il card. Joseph Zen ai cattolici cinesi: se si fa l’accordo con Pechino, non dovete seguire il Papa

01-07-2016

Il vescovo emerito di Hong Kong fa appello alla «coscienza» e richiama i «fratelli e le sorelle» della Repubblica Popolare a ignorare una possibile intesa tra Cina e Santa Sede approvata dal Successore di Pietro. Uno «strappo» annunciato, rispetto alla via del dialogo seguita già da Giovanni Paolo II e Benedetto XVI

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica per dare voce alle ragioni della fede, per promuovere la cultura cattolica, per difendere la Chiesa e il Papa.

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: